I Beatles a Porto Cervo 40 anni dopo

Concerto-evento di Tony Sheridan e I Vaghi

 

Il 18 luglio il Consorzio Costa Smeralda ha organizzato un concerto che riporta la freschezza dell’atmosfera beatlesiana al pubblico della Costa.

L’occasione è rappresentata dall’anniversario dei 40 anni dal passaggio di Ringo Starr a Porto Cervo, sullo yacht di Peter Sellers ancorato nella Baia del Pevero.

Ringo vide una barca di pescatori e, incuriosito, chiese loro cosa facessero.
La riposta fu un misto tra favola e fantasia: utilizzando delle pietre luccicanti riportavano i polipi a galla.

Ecco quindi come nasce “Octopus Garden”, inserito nell’album “Abbey Road” nel 1969.

Questa scoperta è molto importante perché aggiunge un pezzo alla storia di Porto Cervo.

“Mi piacerebbe stare in fondo al mare nel giardino
Di un polipo, all’ombra,
Lui ci farebbe entrare, sa dove siamo stati,
nel suo giardino da polipo all’ombra
Io chiederei ai miei amici di venire a vedere il giardino
Di un polipo con me
(…)
Ce ne staremmo al caldo al di sotto della tempesta
Nel nostro piccolo rifugio sotto le onde,
Poggiando le nostre teste sul letto del mare
Nel giardino di un polipo accanto a una grotta”

 

Tony Sheridan

E’ stato tra i migliori chitarristi alla fine degli anni ’50, esibendosi con artisti come Conway Twitty, Gene Vincent ed Eddie Cochran e gruppi come Vince Taylor’s Playboys e Cliff Richard’s Shadows.

Tra i suoi successi: “Why” e l’interpretazione di My Bonnie, Sweet Georgia Brown, Let’s dance, Ya Ya (inseriti negli album “Tony Sheridan and the Beatles” e “The early tapes of the Beatles”).

E’ considerato il padre dei Beatles all’epoca di Hamburg. Paul, John e George hanno suonato moltissime volte con lui al “Kaiserkeller”e successivamente al Top Ten Club, dove si sono esibiti con Gerry & the Pacemakers, Pete Best e Stuart Sutcliffe.
Ringo Starr si è poi aggiunto alla band di Tony, e l’esperienza è stata molto importante per la successiva carriera dei Beatles.

Una riunione del Gruppo (incluso Ringo) si è tenuta all’apertura dello Star-Club nel 1962, quando Tony e i Beatles apparvero sullo stesso cartellone.

Tony ha inciso dischi per la Polydor insieme ai Beatles e altri gruppi (ricordiamo, tra i suoi hit “Skinny Minnie” e “Why”) ed è stato premiato con il DISCO D’ORO per oltre 1.000.000 di LP venduti.

Negli anni ’60, Tony ha tenuto concerti in tutto il mondo, esibendosi anche per i soldati americani in Vietnam. Nel 1978 si è trasferito per un anno a Los Angeles, incidendo dischi con la Elvis Presley’s TCB band, il primo artista ad essere onorato con questa opportunità dopo la scomparsa di Presley.

Oggi Tony suona insieme a due musicisti sudamericani, presentando un autentico e spontaneo “live show” che include un’enigmatica versione di “Yesterday”, e continua a trovare nuovi fans, aumentando la sua popolarità tra gli amanti della musica di tutte le età.

 

 

 

 

I Vaghi

E’ tra le migliori Beatles Tribute Bands d’Italia, invitata a tutte le manifestazioni Beatlesiane non solo italiane.

E’ tra le pochissime formazioni ad aver inciso presso gli Studi di Abbey Road a Londra, in quella che fu la sala di incisione del quartetto di Liverpool. La Session faceva parte del progetto “A Day in the Life at Abbey Road” promossa dai Beatlesiani d’Italia Associati per l’UNICEF.

I Vaghi presentano un repertorio dei Beatles ai loro esordi – 1960/1964.

 

La serata sarà presentata dal Presidente dei Beatlesiani d’Italia Associati, Rolando Giambelli , cuore di tutti gli appassionati dei Fab Four in Italia.