Il Pozzo & Il Pendolo presenta Paul Is Dead: Da sabato 9 aprile
in scena la leggenda della presunta morte di Paul McCartney
La più oscura vicenda della letteratura beatlesiana rivive in una piéce teatrale/musicale:
ad interpretare i Beatles sarà la tribute-band partenopea I Sottomarini

 
 
“ Indizi indicano la presunta morte di un Beatle”: così titolava – nel settembre 1969 – la rivista studentesca Northern Star della Università dell’Illinois, gettando un luce fosca sull’epopea dei quattro ragazzi di Liverpool.
Poco tempo dopo, il 12 ottobre 1969, il disc-jockey Russ Gibb dell’emittente radiofonica WKNR-FM di Detroit ricevette la telefonata di un tizio che diceva di chiamarsi Tom e che suggerì allo stesso Gibb di ascoltare attentamente la dissolvenza di alcune canzoni dei Beatles: il dj statunitense si rese conto che l’ascolto di questi brevi frammenti-audio suggeriva l’avvenuta morte di Paul McCartney.
Da quel momento in poi, il giallo della presunta morte di Paul McCartney, il bassista della band più famosa del mondo, si trasformò in una delle leggende metropolitane più oscure e più analizzate della storia: la stampa si mise in cerca di William Campbell, universalmente considerato “colui che prese il posto di Paul McCartney nei Beatles”.
Da sabato 9 aprile 2005 – a trentacinque anni esatti dallo scioglimento dei Beatles – la galleria teatrale Il Pozzo & Il Pendolo presenterà Paul Is Dead: una delle più oscure vicende della letteratura beatlesiana rivivrà in una piéce teatrale/musicale diretta da Ciro Sabatino che vedrà impegnati in scena gli attori Marco Palombo e Giuseppe Gavazzi nonché la beatle-band partenopea I Sottomarini (Gianfranco Cercola, Biagio De Falco, Massimo Esposito, Michelangelo Iossa).
Il pubblico potrà scoprire, insieme gli attori, una delle leggende metropolitane più misteriose della storia del rock, ascoltando versioni rigorosamente filologiche dei brani del quartetto di Liverpool; costituitasi nel 1997, la formazione de I Sottomarini è oggi una delle più apprezzate beatle-band italiane: Cercola, De Falco, Esposito e Iossa riproporranno alcune delle più belle canzoni dei Beatles (Hey Jude, She Loves You, Glass Onion, Back In The USSR, A Hard Day’s Night, The Long And Winding Road…) utilizzando la stessa strumentazione dei Beatles e indossando abiti di scena che replicano le celeberrime ‘Shea Stadium Jackets’ adottate dai Fab Four nel 1965.
 
Nel corso dell’intera durata di Paul Is Dead sarà possibile ammirare, per la prima volt a Napoli, la mostra a fumetti intitolata La Storia dei Beatles: la mostra, realizzata dall’illustratore statunitense Arthur Ranson, è edita in Italia dalla Mondadori ed è promossa – in esclusiva per il nostro Paese – dal fan-club Beatlesiani d’Italia Associati diretto da Rolando Giambelli.
 
Il mese ‘beatlesiano’ de Il Pozzo & Il Pendolo prevede, inoltre, tre differenti incontri dedicati alla vicenda della band più famosa del mondo: il giornalista Michelangelo Iossa – autore dei volumi The Beatles (Editori Riuniti, 2003) e Le Canzoni dei Beatles (Editori Riuniti, 2004) – coordinerà tre incontri storico-critici dedicati rispettivamente al giallo della presunta morte di Paul McCartney (domenica 17 aprile 2005), ai misteri che si celano dietro la tragica scomparsa di John Lennon (domenica 24 aprile 2005 – ore 11.45) e alla biografia del quartetto di Liverpool (domenica 1 maggio 2005 – ore 11.45).
 
Da sabato 9 aprile 2005
Paul Is Dead
Il Pozzo & Il Pendolo
Palazzo Petrucci / piazza S. Domenico Maggiore, 3 – Napoli
info / prenotazioni = 081.542.2088
 
 
 
 
Ufficio stampa
 
Il Pozzo e il Pendolo, 348.2602421
www.ilpozzoeilpendolo.it
 
MFL Comunicazione, 081.5587404
www.mflcomunicazione.it